2-DIMENSIONAL WORLD

Oltre al grafene c’è un nuovo mondo a 2-dimensioni da scoprire con materiali che possiedono caratteristiche complementari a quelle del cristallo più famoso. Infatti, altri cristalli bidimensionali – ad esempio come il Nitruro di boro, Disolfuro di Molibdeno o il Disolfuro di Tungsteno, il già noto Fosforo Nero, o il Solfuro di Gallio ancora il Seleniuro di Tungsteno, il Seleniuro di Niobio, il Seleniuro di Tantalio, per citarne solo alcuni, sono materiali dalle proprietà innovative in grado di migliorare caratteristiche e performance di oggetti e dispositivi già esistenti o di nuova concezione.

IL GRAFENE

Benchè esistano centinaia di cristalli bidimensionali, il grafene è indiscutibilmente il più famoso. Ma da dove deriva questa notorietà? Senza dubbio dalle sue caratteristiche intrinseche. Infatti, il grafene è costituito da uno strato monoatomico di carbonio, ha una resistenza meccanica circa 100 volte superiore a quella dell’acciaio, a parità di spessore, essendo anche flessibile ed estensibile. Ha una straordinaria conducibilità termica ed elettrica, avendo la capacità di sostenere una densità di corrente elettrica superiore al rame. E’ inoltre otticamente trasparente, ha un’altissima area superficiale ed è una barriera pressochè impermeabile alla stragrande maggioranza degli elementi chimici.

graphene-head

GLI ALTRI

Oltre al grafene ci sono tantissimi altri cristalli bidimensionali costituiti da atomi differenti e con proprietà diverse, prodotti con la stessa tecnologia con cui viene prodotto il grafene: Nitruro di boro, Disolfuro di Molibdeno, il Disolfuro di Tungsteno, il Fosforo Nero, il Solfuro di Gallio, il Seleniuro di Tungsteno, il Seleniuro di Niobio, il Seleniuro di Tantalio.

APPLICAZIONI

La capacità di miscelare i materiali già noti, come ad esempio metalli e/o materie plastiche, con il grafene ed altri cristalli bidimensionali apre uno scenario inimmaginabile fino a qualche anno addietro nel settore industriale, con la realizzazione di materiali compositi con caratteristiche meccaniche, elettriche, ottiche e termiche finora impossibili da raggiungere.